sabato 6 agosto 2011

Antica ricetta dei "Rabaton"



I "Rabaton" sono una ricetta tipica piemontese soprattutto della zona di Alessandria, dove abito io. Sono delle polpette allungate, appunto "rabattate nella farina", particolari perchè vengono cotte prima nel brodo e poi nel forno o a bagnomaria sul gas. Vengono serviti come primo, ma nulla vi impedisce di presentarli magari un po' più piccoli come antipasto. La ricetta mi è stata data da mia nonna che in questa preparazione eccelle davvero. Ho provato così a farli anche io e anche se non saranno come quelli di mia nonna erano lo stesso buoni e sono stati molto graditi! ;)

Ingredienti per  5-6 persone:

  • 3 uova
  • 4 cubetti di biete o spinaci surgelati
  • 3 hg di parmigiano grattugiato
  • 3 hg di ricotta
  • 3 cucchiai di pan grattato
  • 1 spicchio d'aglio
  • sale q.b.
  • farina q.b.
  • 2 l di brodo
  • burro q.b.
Lessare i cubetti di spinaci in pochissima acqua. Scolarli e strizzarli BENISSIMO, poi tritarli. Mettere in una terrina spinaci scolati, ricotta, uova, aglio tritato, sale, parmigiano e pan grattato. Mescolare per ottenere un impasto sodo. Prendere un cucchiaio di impasto e fare con le mani delle polpette allungate e "rabattare" nella farina. Buttarli nel brodo che bolle e cuocerli per per 5 minuti circa. Scolarli con una schiumarola e preparare una pirofila con fiocchi di burro ed allineare dentro i rabaton. Cospargere ancora con abbondante parmigiano e fiocchetti di burro e cuocere a bagnomaria sul gas oppure nel forno con un foglio di alluminio sopra per non farli seccare.


2 commenti:

matematicaecucina ha detto...

Bellissima ricetta! Mi piacciono molto i piatti della tradizione, è un modo per conoscere la cultura di un luogo, il tuo così lontano dal mio che sono campana. Buon w.e. Laura

Debby_st93 ha detto...

Grazie! Devi sapere che io adoro la Campania! Soprattutto per la pizza napoletana che mi piacerebbe tanto poter gustare là!