mercoledì 7 dicembre 2011

A Natale puoi fare quello che non puoi fare mai... anche il panettone!!

Eh già a Natale siamo tutti più buoni... Almeno così dicono. Per quanto mi riguarda no, cioè sono sempre un po' sullo schizzato andante, sempre un po' imbronciata e triste. Mi consolo allora cucinando, mescolando insieme ingredienti, montando un bel po' di panna, spalmando il pan di spagna con un bel po' di crema o di nutella. Soprattutto la maggior soddisfazione viene dal vedersi uscire dal forno dei bei dolcetti che non avresti mai pensato potessero essere sfornati a casa tua. Il dolce in questione è appunto il panettone. Tutti gli anni mi cimento nella preparazione del panettone gastronomico, quello salato, ma è la prima volta che provo a fare quello dolce. La ricetta arriva direttamente dal sito Giallo Zafferano che è infallibile sotto ogni punto di vista. Davvero questo panettone era similissimo a quelli che si comprano ed è stata una grande soddisfazione averlo fatto con le mie mani! Certo non è un procedimento nè breve nè facile e richiede tanti piccoli accorgimenti ed una bella dose di pazienza.





Ingredienti:

  • 40 g di arancia candita (io al posto della frutta candita ho messo tutta uvetta)
  • 160 g di burro
  • 40 g di cedro candito
  • 250 g di farina 00
  • 250 g di farina manitoba
  • 60 ml di latte
  • 12 g di lievito
  • scorza grattugiata di un limone
  • un cucchiaino di malto d'orzo o di zucchero
  • 5 g di sale fino
  • 4 uova medie
  • 3 tuorli
  • 150 g di uvetta sultanina
  • 160 g di zucchero semolato
Preparazione (più di 7 ore):
  1. Per preparare il panettone occorrono 3 fasi di lavorazioni.
    PRIMA FASE: Farina 100 g; lievito 10 g; malto 1 cucchiaino (oppure zucchero); latte 60 ml .
  2. Per prima cosa mettete in ammollo l'uvetta per farla rinvenire. Sciogliete 10 gr di lievito di birra e il malto (o lo zucchero) in 60 ml di latte tiepido, quindi incorporate la farina e impastate fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo che metterete in una ciotola coperta con pellicola trasparente a lievitare a 30° fino al raddoppiamento del volume (circa 1 ora). 
  3. SECONDA FASE: Al primo impasto dovrete aggiungere: farina 180 g; lievito 2 g; uova 2 intere; burro morbido 60 g; zucchero 60 g.
  4. Unite al primo impasto lievitato le uova, il lievito di birra sbriciolato e la farina, impastate con le mani poi aggiungete lo zucchero e in ultimo il burro ben morbido (a temperatura ambiente); impastate fino ad ottenere un composto liscio e non appiccicoso che adagerete in una ciotola coprite la ciotola con pellicola trasparente e lascerete lievitare a 30° per circa due ore, o fino al raddoppiamento del volume.
  5. TERZA FASE: al secondo impasto lievitato aggiungete: farina 220 g; zucchero 100 g; uova 2 intere e 3 tuorli ; sale 5 g; burro morbido 100 g; limone biologico; arancia candita a cubetti 40 g; cedro candito a cubetti 40 g; uvetta 120 g.
  6. Unite il secondo impasto lievitato a 2 uova intere e 3 tuorli e a 220 g di farina
  7. Impastate per almeno 10 minuti in modo che l’impasto prenda una bella consistenza elastica e poi aggiungete lo zucchero e il sale.
  8. Quando tutti gli ingredienti saranno assorbiti, aggiungete in due volte il burro ammorbidito e, a seguire, la frutta candita (arancia e cedro) la scorza del limone grattugiata, l’uvetta precedentemente ammollata (se volete potete ammollarla nel rum o in un altro liquore di vostro gradimento) e strizzata.
  9. Lasciate lievitare l’impasto a 30° mettendolo in una ciotola coperta da pellicola trasparente fino al raddoppiamento del suo volume (almeno 2 ore).
  10.  Nel frattempo, imburrate eimburrate uno stampo da panettone (il diametro dovrà essere di 18 cm e alto 10 cm) e quando il volume dell’impasto sarà raddoppiato, estraetelo dalla ciotola, impastatelo di nuovo su di un piano poco infarinato e dategli forma sferica: posizionatelo dentro allo stampo da panettone con la parte più liscia verso l’alto.
  11.  Lasciatelo lievitare coperto fino a che l’impasto non arrivi a filo dello stampo (almeno altre due ore).
  12.  Quando l’impasto sarà a filo dello stampo, mettetelo in un luogo areato per 10-15 minuti in modo che sulla superficie si formi una specie di pellicola più asciutta, dopodiché incidete a croce la sommità e mettete al centro della croce un cubetto di burro (grande quanto una noce).
  13.  Mettete su di una teglia da forno posta sulla parte inferiore di quest’ultimo, una ciotolina d’acqua e infornate in forno statico a 200° per circa 10-15 minuti, quindi abbassate a 190 e lasciate cuocere per altri 10-15 minuti. Se la superficie risultasse troppo scura o tendesse a colorirsi troppo infretta, abbassate ancora a 180 e proseguite la cottura. In totale il panettone dovrà cuocere per 1 ora. Una volta cotto, estraete il panettone dal forno e lasciate raffreddare.


7 commenti:

la creatività e i suoi colori ha detto...

Ricetta mai fatta, ma mi attira tantissimo. Che sia il Natale giusto? Un bacione e a presto

Federica ha detto...

bravissima ti è riuscito una meraviglia!complimenti!!

Mary ha detto...

meraviglioso il panettone!

Nani e Lolly ha detto...

Veramente brava già solo per l'impegno!E ancor di più per il risultato!

SpirEat ha detto...

Ma che brava, un lavorone!
Potresti solo aggiungere il banner del contest con il suo link anche nel post? Grazie e buona giornata.

Lucy Skywalker ha detto...

ciao! anch'io avevo visto questa ricetta su GialloZafferano, e spero di riuscire a prepararla prima di Natale!
Il tuo sembra davvero ottimo!! Complimentoni!
Buone feste :)

Debora ha detto...

spettacolo! ma che bello questo panettone!! proprio vero!! a natale puoi fare quello che NOn puoi fare mai! ^_^ grazie! aggiunta al pdf